Twitter Facebook Youtube

ASSOCIAZIONE FUORI DAL DEDALO E PROGETTO SAN PELLEGRINO VITERBO

fd

L’ASSOCIAZIONE “FUORI DAL DEDALO”

L’associazione “Fuori dal Dedalo”, nata a salvaguardia dei diritti di cittadini e lavoratori, si propone i seguenti obiettivi:

  • promuovere e realizzare iniziative di carattere ricreativo, culturale, artistico, sportivo e turistico atte a dare un contenuto sociale al tempo libero degli associati;
  • favorire e sollecitare iniziative atte ad armonizzare la vita associativa, allo scopo di  accrescere le capacità morali, intellettuali, fisiche ed artistiche dei Soci, quelle innovative e quelle di alto contenuto culturale e sociale;
  • promuovere l’assistenza e la solidarietà fra i soci;
  • editare periodici – ed ogni altro mezzo di diffusione delle informazioni – sia cartacei che online;
  • aderire ai Fondi Comunitari, ai Fondi Regionali e comunque quelli messi a disposizione dalle istituzioni, che favoriscano le attività dell’Associazione.

L’associazione ha sede in Corso Italia 68, Viterbo

PROGETTO DI CONTRASTO ALLA DISOCCUPAZIONE E DI DIFESA DEI DIRITTI DEI CITTADINI E DEI LAVORATORI

A partire dal mese di maggio 2016, la Uil CST – attraverso il suo segretario territoriale Giancarlo Turchetti – l’associazione “Fuori dal Dedalo” – mediante il suo presidente Marco Scarsella – e la parrocchia di Santa Maria Nuova in Viterbo – per conto del parroco don Mario Brizi – hanno raggiunto un accordo di collaborazione per contrastare gli effetti e le conseguenze di povertà e disoccupazione nel quartiere San Pellegrino di Viterbo. Il tutto con interventi diretti sul territorio volti a mettere a disposizione della popolazione tutta una serie di servizi gratuiti di natura sindacale, culturale e di formazione volti da un lato alla presa di coscienza dei propri diritti da parte degli abitanti e alla difesa del quartiere in merito alle conseguenze della crisi economica che sta colpendo duramente soprattutto i lavoratori e le loro famiglie, così come le nuove generazioni costrette al precariato, dall’altro al rilancio della politica sindacale a diretto contatto con i territori. Si tratta infatti di un’esperienza per certi aspetti sperimentale che, laddove dovesse riscontrare successo e radicamento, potrebbe essere esportata anche in altri quartieri di Viterbo. La scelta è quella di tornare sul territorio, a partire dalle esigenze e dai bisogni di soggetti sociali ben precisi (lavoratori, disoccupati, precari, poveri), fermo restando che i servizi verranno offerti a tutta la popolazione del quartiere e della città di Viterbo senza preclusione alcuna.

I servizi che si intendono offrire sono:

  • Patronato e Caf (raccolta pratiche)
  • Servizi sanitari (informazione medica)
  • Servizi alla popolazione anziana (i servizi offerti dall’Ufficio H della Uilp-Ada Viterbo)
  • Servizi scolastici (assistenza scolastica attraverso ripetizioni gratuite)
  • Ufficio legale di difesa del cittadino e del lavoratore (assistenza legale in merito alle questioni riguardanti i diritti del cittadino e del consumatore)
  • Sala lettura
  • Corsi di formazione sindacale
  • Organizzazione di incontri finalizzati alla programmazione di eventi sportivo-culturali
  • Attività ricreative ed incontri con e per i cittadini del quartiere

La sede dei servizi si trova a Viterbo in via San Pellegrino 49 ed è aperta il lunedì e il venerdì dalle 16 alle 19.

Per info e contatti – Marco Scarsella (Presidente associazione “Fuori dal Dedalo”) 331.5919136